Stefano Bessoni: Non Può Esistere il Fantastico Senza il Reale